Home | About me | Indice delle ricette | Le mie foto | Copyright | Scrivimi | Feed RSS | Press | Links

venerdì 26 marzo 2010

Madeleines! Al limone e zenzero.

Madeleines al limone e zenzero


Sembra una cosa fatta apposta, ma in realtà non lo è. No dico, due post consecutivi nei quali si parla di due new entries nella mia collezione di stampi ed entrambi portano con sè il piacevolissimo ricordo del raduno (food)bloggesco romano dello scorso 6 marzo. Devo dire che la scelta è del tutto casuale, il fatto è che lo stampo da madeleines proprio non ce l'avevo (so che è incredibile, ma è così...) e, appena ne sono entrata in possesso, mi sono passate per la mente quel milione di ricette che avevo accantonato nel tempo, aspettando finalmente questa occasione. Ero talmente euforica del mio acquisto che penso pure di aver esortato chiunque passasse di lì in quel momento a comprarlo (non è così Dario?).

Ecco quindi la ricetta che ha tenuto a battesimo il nuovo nato (sì lui, lo stampo), che ho scelto in silicone, materiale che in questo caso apprezzo molto per la sua praticità, visto che permette di sformare le madeleines agevolmente senza dover stare ad imburrare ed infarinare ogni volta. Sono partita, come accade sempre più di frequente, dalla ricetta base di Maurizio Santin, che ho però modificato sia aggiungendo alcune spezie, quali la vaniglia, il limone e lo zenzero (aromi che ben si sposano anche con il té di accompagnamento, ad esempio), che  nei tempi e nella temperatura di cottura. Eh sì, perché qui entra in gioco il famoso mistero della madeleine, ovvero quello della sua gobbetta. Mistero che poi tanto impossibile da capire non è (quando però te l'hanno svelato eh, io l'ho imparato qui e qui) visto che si tratta di un puro fattore dovuto allo shock termico. In pratica basta far riposare l'impasto in frigorifero per almeno 3 ore per poi cuocerlo ad una temperatura elevatissima (220°). Dopo poco vedrete comparire delle simpatiche gobbette che, non so a voi, ma a me fanno ricordare tanto delle piccole imbarcazioni o anche navicelle, non trovate?

Prima di darvi la ricetta, mi preme dirvi ancora una cosa: ho ottenuto delle madeleines davvero sofficissime, deliziosamente appiccicose in superficie e profumatissime. Favolose sia con una tazza di té che immerse nel latte freddo.

Madeleines al limone e zenzero

Ingredienti per circa 45 madeleines:
200 g di zucchero semolato
250 g di farina 00
125 g di burro fuso a temperatura ambiente
50 g di latte
8 g di lievito in polvere
4 uova
1 bacca di vaniglia
2 cucchiaini di zenzero in polvere
la scorza grattugiata di 1 limone bio

Procedimento:
In una ciotola mescolate (senza montare) le uova intere insieme allo zucchero utilizzando una frusta. Sempre mescolando incorporate prima la farina setacciata insieme al lievito, poi il latte amalagamandolo delicatamente. Unite la scorza di limone grattugiata, lo zenzero e i semi di vaniglia, ottenuti incidendo la stecca per il lungo con un coltello affilato e prelevandone il contenuto con la punta di un cucchiaino. Aggiungete da ultimo il burro fuso a temperatura ambiente sempre rimestando e lasciate riposare il composto in frigorifero, dopo averlo opportunamente coperto con un foglio di pellicola alimentare, per circa 3 ore.

Trascorso questo tempo riempite l'apposito stampo di silicone (se non l'avete ricordatevi di imburrare e di infarinare lo stampo) per circa 2/3 con il composto precedentemente preparato. Fate cuocere nel forno già caldo a 220° per circa 10 minuti o comunque fino a quando noterete che i bordi delle madeleines iniziano a diventare ambrati. Servitele tiepide o a temperatura ambiente spolverizzandole, se gradite, con dello zucchero a velo.

42 commenti:

  • Elga

    Sono da poco entrata anche io in possesso dello stampo e dopo averle preparate la prima volta la mia amica mi ha chiesto subito in prestito lo stampo per provarle! Sono davvero deliziose, ma non sapevo del trucchetto:))

  • luci

    Les madeleines!!!

    Che delizia...ogni volta che vado in Francia ne mangio in gran quantità. Ho sempre pensato che fossero impossibili...invece non sembra.
    Mi confermi Fiordifrolla?
    E poi...limone e zenzero...
    Buona giornata,
    Luciana

  • Mary

    belli e profumati queste madeleines!

  • Simo

    Ma che belline con la loro perfettissima gobbetta!
    L'abbinamento limone e zenzero lo adoro...chissà che buone e che pizzicorino!

  • Lydia

    Sara, proprio belle gobbute come piacciono a me.
    In giro mi capita di vedere delle frittelle...
    Un bacione

  • Gloria

    A me ancora manca lo stampo ma lo bramo da un pò... sono bellissime, ed approvo in pieno la scelta delle spezie che hai aggiunto!

  • dolci a ...gogo!!!

    adoro le madelaines con questo abbinamento di limone e zenzero davvero incantevoli!!!sono perfette tesoro come sempre!bacioni imma

  • Onde99

    Camo, lo sai che io ho uno stampo da madeleines talmente piccolo che anche se dividessi questa ricetta per 4 dovrei fare 3 infornate? E poi come sai quando comincio a dimezzare le dosi faccio i pasticci! Però riprovo, prometto che riprovo, perché le madeleines mi piacciono da morire: mi ricordo di quando ero costretta a letto da una brutta frattura e la mia nonna me ne portò una confezione, di quelle classiche, aromatizzate alla mandorla, e mi raccontò di Proust... le adoravo! Per quanto possa valere la mia opinione, la foto è spaziale, trasmette tanta dolcezza.

  • Laura

    Complimenti.....sono bellissime!!!!
    Baci ;)

  • lise.charmel

    chissà che profumo! sai che io non ho mai assaggiato una madeleine? mi sa che dovrò anch'io procurarmi lo stampo: è tanto che lo vedo in giro e non mi decido mai, ma invece ne vale la pena
    posso chiederti una cosa? visto che le tue foto sono ogni giorno più belle, ti andrebbe una volta di spiegarci come fai con la luce e i trucchetti che adoperi? io te ne sarei molto grata

  • Micaela

    Tesoro sai da quanto tempo dico che devo comprarmi lo stampo da madeleines??? ora per un motivo ora per un altro non ho ancora avuto l'occasione! però mi incuriosiscono troppo queste conchigliette con la gobbetta, mi sa che la prossima volta non resisto! un bacione.

  • Genny G.

    mm..non ho lo stampo...ma non so perchè mi stanno antipatiche le madeleins...io credo dipenda da un'interrogazione su proust al liceo:DDDDD
    l'olio di sesamo..esselunga:D

  • Alessandra

    che carine!

  • manuela e silvia

    Silvia è da mesi che vuole questo stampo!!! son molto belel e delicatissime!!
    baci baci

  • Claudia

    Ciao Sara, ma anch'io ho comprato da Peroni il fantastico stampo delle madeleines che cercavo da tanto e che ancora non ho usato.....Adoro le madeleines ogni volta che capito da amici in Liguria spesso sconfiniamo in Francia e io saccheggio il carrefour di madeleines.....mi sai che ti rubo la ricetta perchè l'idea di zenzero e limone mi esalta!!!!!!!!!!!
    Baci
    Claudia

  • Alem

    guarda come sono gobbe????
    Bellissime!
    provo la tua ricetta con i ie stampini parigini.

  • Giò

    pure io senza stampo madeleines!!
    però conoscevo il trucchetto della gobba! ottima questa versione, zenzero e limone è una coppia vincente!

  • Saveurs et Gourmandises

    Avec un ventre pareil, tes madeleines sont très réussies.
    Bravo!!!

  • Camomilla

    @ Elga: il trucchetto l'ho scoperto leggendo i post di Sigrid e di Lydia, è una cosa semplicissima, ma se nessuno me l'avesse mai fatto notare non ci sarei mai arrivata!

    @ luci: io personalmente non ho riscontrato nessuna difficoltà in questa ricetta, certo le prime volte bisogna capire quanto impasto mettere esattamente negli stampini. Ma con un po' di pratica si fanno benissimo :)
    Buona giornata anche a te, un bacio.

    @ Mary: grazie :)

    @ Simo: anch'io adoro limone e zenzero e trovo che si abbini molto bene con il té :) Grazie, buon week end

    @ Lydia: oh grazie! Ci tenevo al tuo parere perché è anche grazie a te che ho scoperto del trucchetto della gobbetta. Infatti ti ho citata nel post ;)
    Un abbraccio

  • Camomilla

    @ Gloria: grazie, non vedo l'ora di provare nuovi accostamenti per le mie madeleines :)

    @ dolci a gogo!: grazie Imma, devo ammettere che sono soddisfatta del risultato, soprattutto della tanto sospirata gobbetta :)
    Un bacio

    @ Onde99: sì me lo avevi detto, infatti secondo me dovresti procurarti quello da madeleines classico come il mio. Promettimi davvero che riproverai per favore, perché sono davvero adorabili!
    Grazie per i cimplimenti alla foto, sono impazzita nel cercare la giusta inquadratura :)

    @ Laura: grazie, buon week end :)

    @ Micaela: ma pensa che credevo di essere l'unica a non averlo ancora! E invece mi sbagliavo evidentemente :) So che è difficile resistere al fascino della madeleine, io fossi in te un pensierino allo stampo lo farei!

  • BreadandBreakfast

    prima o poi devo decidermi a prendere lo stampo anch'io, specie adesso che so il trucchetto della gobbetta! :D le tue sono carinissime e deliziose!

  • Camomilla

    @ lise.charmel: oddio sai che, proprio a dirti la verità, io non mi sento la persona più adatta a spiegare come fare le foto di food? Ho troppe cose da imparare ancora in questo campo e, siccome sono un'autodidatta, non vorrei insegnarvi delle cose errate :) Ti ringrazio molto per questa tua proposta, la prendo come un complimento :) In ogni caso ti posso dire che a me sono stati utilissimi i post che trovi da Paoletta (Anice e Cannella), tutto quello che so proviene da lì.
    Un bacio!

    @ Genny G: eheheh ma dai davvero? Pensa che io al liceo Proust l'ho fatto, ma delle madeleines proprio non ricordo nulla :D Immaginavo che l'olio provenisse da lì, andrò a farci un giretto allora :) Grazie, sei come sempre molto preziosa!

    @ Alessandra: grazie :)

    @ manuela e silvia: sarebbe una buona occasione per regalarglielo, no? Baci

    @ Claudia: carissima buongiorno!
    Eh infatti mi ricordavo che qualcuno oltre a me e Dario lo avesse comprato da Peroni! Prova, prova e fammi sapere, naturalmente puoi provare ad aromatizzarle a tuo piacimento :)
    Un bacione e buon week end!

  • Anonimo

    Che belle che sono le madeleines, io avevo provato quelle di Tuki de la ciliegina sulla torta e sono così perfette che continuo a farle e rifarle. Laura

  • Camomilla

    @ Alem: gobbissime, vero? :D Tutto merito dello shock termico :) Fichissimi i tuoi stampini parigini!

    @ Giò: allora bisogna rimediare e farlo entrare nella collezione di stampi, non trovi? ;)
    Un bacio

    @ Saveurs et Gourmandises: merci!

  • Carolina

    Eccole le tue prime madeleines!
    Ed io c'ero quando hai comprato lo stampo... ;)
    Limone e zenzero: che meraviglia...
    Buon fine settimana cara Camo!

  • elenuccia

    Non ho mai fatto le madeleines perchè non ho lo stampo....ah se fossi potuta venire a roma....
    Ti sono venute perfette!!! hai risolto l'enigma :)

  • Fabiana

    Ciao Camomilla, perfette queste madeleins!!! da vera pasticceria!!!

  • Dario

    Ciao Camo,

    eh sì le gobbette sono proprio simpatiche e dovute allo shock termico ecco perchè Santin indica una notte di riposo in frigo...
    Io ne ho fatte metà con la vaniglia e metà con la scorza di limone, devo provare anche con lo zenzero!

    Buon we

  • Camomilla

    @ Breadandbreakfast: grazie mille, scoperto il trucco non si dimetica più!

    @ Laura: nessuno ti vieta di continuare ad usare quella ricetta se ti sei trovata così bene :)

    @ Carolina: eh sì che c'eri quel famoso giorno, che bello, non sai cosa darei per poterne trascorrere un altro! Ma senza mal di pancia però ;)
    Buon fine settimana anche a te, un abbraccio!

    @ elenuccia: immagino che comunque lo stampo lo si possa trovare un po' dovunque sai, altrimenti c'è sempre la scappatoia di acquistarlo on line!

    @ Fabiana: grazie mille :)

    @ Dario: in realtà nel libro che ho io (sempre di Santin lo preciso) nella ricetta è indicato di farle riposare 3 ore e di cuocerle a 170°. Dello shock termico non se ne fa menzione. Io ho cercato il procedimento più veloce che mi permettesse di non dover impiegare due giorni per preparle, ma ottenendo ugualmente la gobbetta :)
    Buon we anche a te :)

  • Dario

    E' vero scusa, 3 ore (il libro è lo stesso, non ce ne sono altri) mi ero confuso con i financiers!

    A presto

  • patty

    Che belle le tue madeleines! Anche io voglio lo stampo, per poterle fare;)
    Complimenti!

  • Acquolina

    io cerco lo stampo da un po' di tempo ma dovrò rimandare ancora. Le tue sono perfette! che magnifica gobbetta...certo che i francesi ne sanno una più del diavolo!
    Francesca

  • BastiCook

    Miiiiiiiiii a me manca questo stampoooooo... le ho mangiate l'ultima volta quest'estate in francia.. Sono delizioseeeeee.... brava

  • Virò

    Ecco...un altro stampo che mi manca: devo assolutamente rimediare al più presto!

    In generale mi sono trovata benissimo con gli stampi in silicone sagomati per le piccole pezzature mentre il mio entusiasmo per quel materiale è inferiore per le forme grandi, per le quali preferisco stampi rigidi.

    Qual è la tua esperienza in proposito?

    P.s. Ma poi verrai a Roma questo week end?

  • Camomilla

    @ Dario: buon week end :)

    @ patty: grazie mille, lo stampo se non lo trovi nei negozi specializzati lo si può anche tranquillamente acquistare on line!

    @ Acquolina: ti ringrazio, spero tu riesca a trovare lo stampo ;)

    @ Virò: la mia esperienza con gli stampi di silicone è molto simile alla tua. Li trovo assolutamente perfetti sul fomato piccolo, quindi per muffins, madeleines, financiers, tortini, cupcakes. Mentre preferisco lo stampo normale per torte, ciambelle, crostate, quiches e tartellette. Trovo che soprattutto nei dolci soffici cambi di molto la consistenza.
    No, è il mese prossimo che verrò a Roma, quello del 24-25 Aprile! Ti avrei avvisata se fosse stato questo ;)

  • NADIA

    Devono essere deliziose, magari 'avec du the'...
    Purtroppo non dispongo dello stampo adatto, ma lo inserirò nella mia lista degli acquisti futuri.

    Nadia - ALTE FORCHETTE -

  • Ely

    splendide!!! e perfette io lo stampo non ce l'ho però.... devo rimediare :-))) ciao Ely

  • meringhe

    Stamattina ho dovuto accendere il pc appena sveglia per sbrigare delle cose eri in alto nel blogroll e quindi questa immagine è stata la prima della giornata che mi si è parata davanti agli occhi. Beh cè rimasta tutto il giorno!
    Forse anche perchè a me non sono mai venute così bene...ho lo stampo per mini madeleine che sono piccolissime, tipo caramella, per cui non so mai come regolarmi con la cottura, o son crude o le strino.
    Ciao bella, buon we :))

  • La Gaia Celiaca

    bellissime queste madeleines! nemmeno io ce l'ho lo stampo, però la settimana prossima vado a roma, dimmi dove devo andare!

  • Camomilla

    @ Nadia: senz'altro sono perfette per essere accompagnate dal té, la mia scelta di aromatizzarle con il limone e lo zenzero deriva proprio da questa esigenza :) Grazie, a presto!

    @ Ely: grazie mille :)

    @ meringhe: anche Onde99 ha il tuo stesso stampo, credo, mi ha parlato di madeleines veramente molto piccole, e mi raccontava della stessa difficoltà nel cuocerle infatti. Credo nel tuo caso i tempi di cottura saranno brevissimi, il più è capire quando è il momento giusto per tirarle fuori! Grazie mille, un abbraccio

    @ La Gaia Celiaca: guarda io sono andata da Peroni, ti consiglio di farti una lista di tutto quello che non hai a livello di stampi, tortiere, tagliabiscotti, ecc perché là troverai veramente di tutto :)

  • Sandra

    ma che belle!!
    Le vedesse Proust :))
    E poi devo dire che lo zenzero, uh come ci sta bene!

    un tocco di zenzero

  • Camomilla

    @ Sandra: eh cara il tocco di zenzero ci sta sempre bene, non trovi? ;)
    Un abbraccio!