Home | About me | Indice delle ricette | Le mie foto | Copyright | Scrivimi | Feed RSS | Press | Links

giovedì 4 giugno 2009

Una crostata di circa venti anni fa


Questa è una ricetta un po’ datata, quando fu pubblicata sul mensile La Cucina Italiana, stiamo parlando del Marzo 1987, io non avevo ancora 7 anni. Le U del nome del giornale erano ancora scritte V, i primi erano traboccanti di panna e i formati di pasta erano considerati una moda. Non sto scherzando, ho trovato un articolo che propone i formati per così dire di tendenza per la Primavera imminente, nel quale i condimenti cambiano nei toni dei colori in base al momento della giornata, più accesi per il pranzo mentre più soft per la cena e la pasta viene considerata alla stregua di una modella da vestire seguendo la tendenza del momento. Per non parlare delle pubblicità, vogliamo discutere delle “Bifore” o dei “Trifogli” Barilla? Non so voi, io non sapevo nemmeno della loro esistenza...

Inutile dire che quando mia madre mi ha gentilmente donato questa copia della rivista mi sono messa a sfogliare avidamente ogni singola pagina in cerca della ricetta da provare. Tra le tante che mi hanno colpita, c’è questa crostata composta da un guscio di fragrante pasta frolla che racchiude al suo interno un ripieno godurioso a base di crema pasticcera, mele e cioccolato fondente, un accostamento veramente gradevole e indovinato. Il tutto nelle giuste quantità, per nulla eccessive, che rendono il dolce ancora più invogliante.

Per una presentazione un po’ diversa potete utilizzare uno stampo rettangolare da crostata da 24 x 10 cm, oppure come ho fatto io (ma solo perché ancora non ne sono entrata in possesso…), uno circolare da 24 cm di diametro. E' un dolce che se gustato a fine pasto può essere accompagnato da un voluttuoso ciuffo di panna montata non zuccherata, se al contrario lo servite semplice diviene una merenda da veri gourmet.



CROSTATA CREMOSA DI MELE E CIOCCOLATO
(tratta da “La Cucina Italiana” – Marzo 1987)

Ingredienti per 8 persone:

per la pasta frolla:
500 g di farina 00
300 g di burro
200 g di zucchero a velo
4 tuorli
1 limone bio (la scorza grattugiata)

per il ripieno:
2 mele renette piccole (circa 300 g)
250 g di latte
75 g di zucchero semolato
50 g di cioccolato fondente
25 g di farina 00
2 tuorli
1 busta di vanillina

per decorare:
1 tuorlo
zucchero in granella


Procedimento:
Per la pasta frolla: nella ciotola della planetaria disponete lo zucchero a velo insieme al burro freddo tagliato a cubetti. Lavorate il tutto a bassa velocità con il gancio a k. Unite la scorza grattugiata del limone (solo la parte gialla mi raccomando, quella bianca risulterebbe troppo amara) e i tuorli, uno alla volta, tenendo l’apparecchio in funzione. Incorporate da ultima la farina setacciata e impastate fino ad ottenere un composto omogeneo e ben amalgamato. Prelevate la pasta frolla dalla ciotola, se necessario, lavoratela brevemente a mano, formate la classica palla che avvolgerete nella pellicola. Fate riposare in frigorifero per almeno 1 ora.

Nel frattempo preparate la crema: in una casseruola sbattete i tuorli insieme allo zucchero semolato servendovi di una frusta, incorporate la farina setacciata e la vanillina mescolando con cura, poi versate il latte a filo e cuocete, portando la crema sul fuoco, fino a quando inizierete a notare i primi segni dell'ebollizione sempre rimestando con un cucchiaio di legno. Spegnete, lasciate raffreddare mescolando di tanto in tanto per evitare la formazione della patina superficiale.

Intanto sbucciate le mele, tagliatele a fette sottili e tritate grossolanamente il cioccolato fondente con il coltello. Su di una spianatoia leggermente infarinata stendete con il mattarello una metà abbondante della pasta frolla (conservando quella restante in frigorifero sempre avvolta nella pellicola) portandola ad uno spessore di circa 4 mm e utilizzatela per foderare uno stampo da crostata da 24 cm di diametro, opportunamente imburrato e infarinato. Bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta e versatevi all'interno la crema pasticcera uniformandola con il dorso di un cucchiaio. Fate uno strato con le fettine di mela e terminate con il cioccolato fondente. Stendete ora la metà rimanente della pasta frolla, sempre portandola allo spessore di 4 mm, formando un disco che andrà a ricoprire la farcia della crostata. Saldate bene i bordi con la pasta sottostante e spennellate la superficie con il tuorlo leggermente sbattuto. 

Cospargete infine con la granella di zucchero e fate cuocere nel forno già caldo  a 180° per circa 1 ora collocando lo stampo nel ripiano più basso. La pasta frolla dovrà apparire dorata e se notate che tende a scurire troppo, copritela eventualmente con un foglio di alluminio. Lasciate raffreddare completamente prima di sformare la crostata su un piatto da portata.


61 commenti:

  • Simo

    ...direi proprio che questa delizia non ha età!
    Un abbraccione

  • Carolina

    Buongiorno carissima Camomilla!
    Che bella questa ricetta così "attempata"... Complimenti per averla ancora!
    Ma sai che è la prima volta che vedo in abbinamento in una crostata mele e cioccolato!? Però l'idea mi piace tantissimo...
    Per non parlare della granella di zucchero che fa tornare un po' bambini tutti noi...
    Ti auguro un buon fine settimana!

  • Federica

    Beh da come l'hai proposta come si fà a non farla??? me ne prenderei una fettina... baci!

  • manu e silvia

    mmm, mela e ciccolato! un abbinamento tutto da provare! e la crostata, per quanto sia un pò datata..gli anni se li porta prorpio benissimo..sembra buonissima!
    un bacione

  • katty

    una crostata irresistibile!! da provare al più presto !! baci e buona giornata!!

  • Anonimo

    la crostata merita di essere provata cosi' come merita la Calabria di essere visitata.Baci e buon fine settimana Caterina

  • germana

    Una crostata così, come si fa a non provarla!!
    Grazie Camomilla, ho fatto la tua con amaretti e mandorle : STREPITOSAAAA
    baci

  • Camomilla

    @ Simo: concordo, un bacione!

    @ Carolina: buongiorno a te cara!
    Merito di mia madre che è riuscita a recuperare alcuni vecchi numeri in soffitta... li conservo come fossero un tesoro! Mele e cioccolato secondo me stanno benissimo insieme, è un abbinamento che ho provato per la prima volta e mi ha soddisfatta devo dire.
    Un abbraccio e buon fine settimana anche a te

    @ Federica: eheheh quindi hai intenzione di provarla... fammi sapere!

  • Camomilla

    @ manu e silvia: è stata la prima volta anche per con il binomio mela/cioccolato, a me è piaciuto moltissimo ;)

    @ katty: grazie, buona giornata anche a te!

    @ Caterina: ciao, ma tu sei la Caterina della mail? Sono contenta che la crostata ti piaccia, te la consiglio :)
    Per quanto riguarda il discorso Calabria penso di non aver mai detto il contrario... non ci sono mai stata e mi piacerebbe visitarla.
    Buon fine settimana anche a te!

  • Lady Cocca

    Sarà anche di 20 anni fa ma è sempre buonissima....le classiche cose che non tramontano mai!!!
    Ora me la segno così la provo mi incuriosisce molto...sei stata bravissima!!!
    ciaoooo

  • lenny

    Le vecchie riviste sono dei mondi da scoprire, un viaggio nel passato recente, la scoperta di "nuove" ideee: interessante ed originale la ricetta che ne hai tratto :-D

  • Lydia

    Ce l'ho anch'io quel numero della cucina italiana!!!!
    Questi sono quei dolci che non passano mai di moda

  • Fra

    Bè per avere 20 anni si è conservata benissimo ;D a parte gli scherzi questa crostata sembra essere divina e il ripieno ha una cremosità così invitante
    Questi "cimeli" sono davvero impagabili!
    Un bacione e buon fine settimana
    fra

  • Micaela

    sulla bontà di questa crostata non ho il minimo dubbio, si vede già dalla foto. mi attira parecchio. sai che anch'io quando vado da mia mamma mi diverto un sacco a sfogliare riviste e libri di ricette datati.... mia madre ha da sempre collezionato come me riviste e libri, ne ha una quantità innumerevole e chissà perchè mi attirano di più rispetto a quelle attuali. Anch'io sto cercando lo stampo da crostata rettangolare e a dire il vero so anche dove trovarlo ma non ho ancora avuto il tempo di andarci. Invece sto cercando disperatamente un'alzatina. Le tue sono stupende, ho visto ovunque e non le trovo... non so più dove cercare. Un bacione.

  • Camomilla

    @ germana: ma grazie a te! Ah quella crostata è rimasta particolarmente impressa anche a me, sono d'accordo... Baci

    @ Lady Cocca: è vero, la crostata è un genere di dolce intramontabile che viene sempre apprezzato da tutti per la sua semplicità, baci!

    @ Lenny: mi trovi pienamente d'accordo, adoro leggere queste riviste datate in tutta calma cercando di carpire anche l'atmosfera che si respirava a quei tempi :)

    @ Lydia: ma dai davvero?! Allora avrai senz'altro notato il servizio dedicato ai tipi di pasta di cui parlavo nel post ;)

  • kristel

    Ah le crostate sono davvero un classico e questa ne é la prova. Deliziosa!!

  • Camomilla

    @ Fra: eheheh sai che non mi ero accorta che il titolo del post potesse essere letto anche in quel senso?! Questi reperti non hanno davvero prezzo, sono d'accordo!
    Buon fine settimana anche a te, un bacione cara

    @ Micaela: sei fortunatissima a poter disporre di tutte quelle vecchie riviste e libri perchè sono un vero tesoro!
    Io invece lo stampo rettangolare non so ancora dove trovarlo purtroppo e non sai da quanto lo desidero... Per il discorso delle alzatine, ehm... questa l'ho fatta io! Sì, infatti si tratta di una ciotola nera capovolta e di un piatto della stessa linea appoggiato sopra (tutto Ikea)! Quando non trovo ciò che cerco a volte me lo costruisco ;) Comunque per dirtene una, sempre all'Ikea la vendono un'alzata, non so se ti piaccia come genere, forse la trovi anche nel catalogo sul loro sito.
    Un abbraccio!

  • Onde99

    Trovo che i vecchi libri e le vecchie riviste di cucina siano fascinosamente ingenui, spesso propongono preparazioni superate e abbinamenti scontati, ma in fondo rassicuranti... Alcune cose, però, rimangono sempre attuali, come la tua crostata, di una golosità assolutamente disarmante!

  • Saretta

    Che ridere pensare a qyuello che negli anni 80 era di moda...io non mi rendo conto ma ono passati quasi 30 anni accidenti!Forse non voglio farmene personale ragione?Beh, mi consolo con una fettina di questa crostata deliziosa!
    Grazie mille e buona giornata bacio
    saretta

  • Lo

    hai ragione voluttuosa e golosa...con un ripieno alla crema che mi sembra adatto a questa stagione...

  • Virò

    Ma sai che me la ricordo la cucina Italiana con la u scritta con la V? E poi di quel periodo in cui muovevo i primi passi cuciniferi mi torna alla mente Guidacucina, un settimanale di dimensioni piuttosto ridotte che proponeva ricettine casalinghe per organizzare i menù della settimana...

    Mi diverte molto seguire come cambia il modo di cucinare, oggi più attento a modalità di cottura leggere e materie prime di ottima qualità...in effetti, come hai ricordato anche tu, alla fine degli anni 80 bastava aggiungere panna (e rucola) per sentirsi grandi cuochi!...

    Poi negli anni Novanta è arrivato Sale & pepe che ha proposto un nuovo modo di presentare e, soprattutto, di fotografare il cibo...

    Bel tema questo delle riviste di cucina: ci sarebbe da disquisirne per ore...

  • Marika

    le ricette di un tempo sono un vero tesoro da conservare!ci sono dolci strepitosi! semplici ingredienti ma cosi buoni!!! complimenti per questa crostata deve essere deliziosa!

  • chia_76

    Ciao Camo... davvero invitante questa crostata... una delizia per gli occhi! Non riesco nemmeno ad immaginare come sarà il contatto con il palato!
    Lo fai di proposito a proporre ricette a cui non posso rinunciare proprio di venerdì???!!!?
    Lo sai che il venerdì è la serata SPESA...
    Anche stasera dovrò concentrarmi e prendere tutto il necessario per la preparazione.
    Settimana scorsa io ho fatto una crostata con ripieno di mele a pezzi, zucchero, limone e fecola di patate...con sopra la frolla sbriciolata (risultato finale simile alla tua torta con ricotta!) ...questa potrebbe essere una variante ancora più gustosa... Nel WEEKEND la provo sicuramente!!!
    BACIONE e buon venerdì

  • Camomilla

    @ kristel: grazie mille, baci :)

    @ Onde99: infatti alcuni piatti proprio non ce la farei a riprodurli... sono troppo lontani dal mio modo di cucinare!
    Questa crostata credo potrà risultare sempre piacevole anche tra altri 20 anni per come la vedo io ;)

    @ Saretta: eheheh infatti mi sono ritrovata a sorridere più volte sfogliando le pagine di quella rivista... tipo le donne che indossavano le giacche con le spalline, ti ricordi? Eh già ormai sono passati moltissimi anni... nemmeno io me ne rendo conto appieno!
    Grazie a te cara, passa un buon week end :*

    @ Lo: sì è adatto anche all'estate, ma io ce lo vedo bene anche per l'inverno... forse sono io che essendo troppo golosa la mangerei sempre ;)

  • Camomilla

    @ Virò: non so se ci hai fatto caso, ma il titolo con la V al posto della U compare anche in una delle foto che ho scattato in questo post ;) Io purtroppo non mi ricordo molto di quel periodo, ero troppo piccola... però riscopro con grande piacere cosa si cucinava una volta, anche se si tratta di preparazioni talvolta molto lontane dal modo di cucinare del giorno d'oggi. Ma Guidacucina è quel giornaletto piccolo con il titolo rosso e la G grande? Forse ho capito quale dici...
    Hai ragione è un tema del quale potremmo parlare per ore... credo che avremo nuovamente l'occasione in futuro visto che ho qualche altra vecchissima copia di qualche altra rivista ;)

    @ Marika: ti ringrazio Marika, buona giornata :)

    @ Chia_76: buongiorno stella!
    Eheheh di solito il venerdì propongo un dolce perchè mi piace pensare che i miei lettori, come me, preparino una torta per il week end ;) Mi interessa molto la tua crostata, quando vuoi mandarmi qualche ricetta fai pure eh, le accetto sempre molto volentieri!
    Ti auguro un buon fine settimana tesorino, un abbraccione :)

  • Cianfresca

    La torta è una meraviglia ma quella copia de la Cucina Italiana è da custodire gelosamente!!!

  • minnie

    Beh!!!
    Che dire, una meraviglia del genere non ha età!!!
    La segno subito sul mio blocchetto di appunti perchè una crostata così non può passare inosservata!!!
    Bravissima!

  • Micol

    Mamma mia che goduria....ho l'acquolina in bocca!
    :-)

  • Lisa

    wow, wow e ancora wow!!!! questa torta non ha età per davvero, bravissima!!!!!

  • dada

    In effetti moooolto goduriosa e presentata un po' in stile vintage. La cucina italiana è sempre una referenza!

  • quasimamma

    Io amo troppo le torte di mele e questa variante è da provare sicuramente! Poi si sa: più la ricetta è vecchia più è testata, perciò superbuona!

  • Micaela

    noo, ma stai scherzando??? io credevo che fosse un portatorta a tutti gli effetti e ammiro sia questa che quella bianca che hai da quando hai aperto il blog praticamente!!! certo che sei veramente ingeniosa....e chi l'avrebbe mai detto??? all'ikea non l'ho trovata, proverò a vedere sul sito. lo stampo per crostata rettangolare io l'ho visto alla plurimix point (c'è anche il sito) solo che non ho mai il tempo di andarci!!

  • Cenerentola

    fantastico abbinamento di ingredienti!...da quello che dici mi dai l'impressione di un'archeologa culinaria, alla ricerca di ricette attempate, ma che per le nostre papille gustative sono intramontabili!!kiss

  • michela

    MA dai!!
    Mia mamma dovrebbe averli ancora..inscatolati quei numeri!!
    ed erano degli anni così ricchi e belli!!

  • cristina

    ciao! wow è stato proprio un tuffo nel passato, allora! che bello, piacerebbe anche a me trovare un libro o una rivista con ricette antiche... già quando leggo il libro di Artrusi rimango affascinata!!
    comunque hai ragione: l'accostamento è perfetto, dev'essere buonissima!
    baci

  • Camomilla

    @ Cianfresca: oltre a questa copia ne ho poche altre e ti posso garantire che le custodisco davvero gelosamente ;)

    @ minnie: benissimo, se la provi fammi sapere!

    @ Micol: grazie, bacioni :)

    @ Lisa: grazie mille!

    @ dada: è da sempre una rivista fondamentale nel panorama italiano, una fonte di preziosi punti in cucina!

  • Camomilla

    @ quasimamma: mi trovi d'accordissimo! A me è piaciuta davvero tanto, credo sia un'ottimo modo per non fare la solita torta di mele ;)

    @ Micaela: no che non scherzo, credevo che te ne fossi accorta sai? Ti ringrazio per il complimento, alla fine non sarà una vera alzata però vuoi mettere la soddisfazione di averla creata da sola? Ora puoi farti tutte le alzate che vuoi e ti posso garantire che ti costeranno anche molto meno, il che non guasta...
    Per lo stampo da crostata rettangolare grazie per la dritta di Plurimix point!

    @ cenerentola: bella l'idea dell'archeologa culinaria ;)

    @ michela: allora cara ti consiglio di farne tesoro di quei numeri!

  • Gialla

    Ma è golossissimaaaaaaaaaaaaaaa!
    A presto
    Gialla
    ^_^

  • Isabel

    le ricette "datate" mi affascinano sempre, questa poi sembra uno spettacolo!!!!

    Direi che urge scopiazzamento della ricettina!!!
    Grazie carissima, un bacione e buon weekend!

  • Rita

    BUONA!!!! Io adoro il cioccolato, ma con le mele non l'avevo mai provato....provvederò a brevissimo!!!

    Ciao,
    Rita

  • Camomilla

    @ cristina: ah l'Artusi, quello sì che è un vero tuffo nel passato! Mi hanno detto che alcuni vecchi numeri delle riviste di cucina si possono ancora trovare nei mercatini dell'usato... ;)
    Un bacio!

    @ Gialla: grazie, a presto!

    @ Isabel: scopiazza pure cara, poi dimmi cosa ne pensi ;)
    Buon week end anche a te!

    @ Rita: benvenuta!
    Anche per me è stata la prima volta con questo abbinamento e devo dire che l'ho gradito, baci :)

  • Morena

    Che bella rivista La Cucina Italiana, sono stata abbonata per anni ed ho tutti i numeri...com'è verro che nei tempi sono cambiate tante cose, ma alcune ricette sono Intramontabili come questa splendida crostata....

    ciao Morena

  • Gunther

    le ricette non hanno mai età, in particolare quando sono cosi buone

  • Anonimo

    dopo aver letto tutti i vs commenti con tanta nostalgia mi avete fatto ricordare i miei meravigliosi anni ottanta,quando da sola ho cominciato ad imparare a cucinare. Conservo anch'io gelosamente in cantina vecchie riviste di cucina che ogni tanto mi vado a riguardare...baci a tutte Caterina

  • dolci chiacchiere

    che bello riguardare le riviste di tanti anni fa....e comunque le buone ricette non tramontano mai....questa torta è proprio invitante.ciao katia

  • Chiara

    bellissime le riviste di un tempo!!
    la crostata devo dire che se li porta bene i suoi anni:)
    nn ho resistito e l'ho fatta subito!!
    il profumo ha invaso tutta casa, per il sapore devo aspettare ancora un pò
    grazie mille per la ricetta!!

  • Aiuolik

    Se guardo bene da mia madre di sicuro trovo anche io di questi reperti archeologici :-) Ma di sicuro questa torta non risente dell'età!

  • frenci

    vedi che a volte ripescare nel passato può risultare interessante? dopo i soliti seppur squisiti abbinamenti del cioccolato con la pera, la banana e l'arancia, ci voleva proprio quello con la mela!! nel 1980 avevo 15 anni, e mi accingevo a fare i primi esperimenti in cucina, e in quel periodo ha avuto inizio la mia amata collezione di riviste e libri in tema, dove spesso vado ancora a curiosare più per motivi nostalgici che per un reale bisogno... anche la gastronomia si evolve in fretta, e quel che faceva parte del gusto anche solo di 10 anni fa al giorno d'oggi sembra già superato... ma come accade nella moda penso che ci possano essere anche in cucina dei ricorsi storici, o almeno delle rivisitazioni... anzi, dato che sei così brava, ti chiederei di trarre più spesso ispirazione dalle vecchie riviste, o anche dai più classici libri di cucina per riproporci la tua versione moderna, sarebbe molto interessante... scusa le chiacchiere, un caro saluto

  • Elga

    Anche io conservo gelosamente le riviste di cucina anni 80 che erano di mia mamma e di mia nonna e ogni tanto le sfoglio con piacere! Questa torta è superltiva, una vera coccola per il primo mattino!

  • Maurina

    Un vero spettacolo di golosita' ...

  • v@le

    cercavo proprio una tortina del genere da fare nei prox giorni..eh si tante volte nei giornali più vecchi si riscoprono ottime ricettine!

    ciao
    vale

  • Nadia

    Scusa il ritardo...ho avuto un sacco di cose da fare...Volevo dirti che questa ricetta è davvero tanto affascinante perchè conserva quel gusto di vissuto, di antico che ogni tanto fa bene tirare fuori dal cassetto. Un bacio e grazie infinitamente per gli infiniti spunti e per la tua dedizione al blog... E' uno dei miei preferiti! Ma questo già lo sai. Un bacio.

  • Chiara

    grazie mille per questa meravigliosa crostata!!!
    l'ho fatta appena l'ho vista e
    ha avuto un enorme successo!
    è deliziosa!no, irresistibilmente deliziosa!!
    grazieeee
    baci

  • Anonimo

    Che delizia!!!! cara camo.La segno subito.Un saluto Lina.

  • Camomilla

    @ Morena: io la acquisto tuttora e trovo ricette sempre affidabili e buone, però è proprio vero che i vecchi numeri come questo hanno un fascino particolare ;)

    @ Gunther: è verissimo quello che dici, ci sono alcune ricette che non tramonteranno mai. Grazie!

    @ Caterina: grazie a te per il tuo prezioso contributo! Io ho pochi numeri di quel periodo e non sai quanto ti invidio la tua collezione ;)
    Buona serata!

    @ dolci chiacchiere: grazie mille Katia, buona serata!

    @ Chiara: benissimo! Non sai quanto sia contenta che ti sia piaciuta, grazie mille!

  • Camomilla

    @ Aiuolik: ti consiglio di cercare bene perché è stato in questo modo che ho scoperto le poche copie di cui sono entrata in possesso ;)

    @ frenci: non scusarti, anzi le tue parole, il tuo punto di vista per me sono davvero importanti! Ho notato che questo tema piace molto, forse perché tocca da vicino molte di noi... quindi credo che questa sarà la prima di una lunga serie di ricette prese da quelle riviste o, come suggerisci tu, dai classici manuali della cucina italiana. Non so con quale frequenza riuscirò a farlo, ma sono certa che ci saranno moltissime altre occasioni.
    Un caro saluto e grazie ancora!

    @ Elga: per il primo mattino, per merenda, per un goloso fine pasto... insomma credo vada bene un po' per tutte le occasioni!
    Un bacione

    @ Maurina: grazie cara, buona serata!

    @ V@le: fammi sapere allora ;)

  • Camomilla

    @ Nadia: ma figurati, non devi scusarti, capita a tutti di essere impegnati! Ti capisco benissimo perché anch'io ultimamente non ho molto tempo libero purtroppo... Grazie a te perché sei davvero carinissima, ti auguro una buona serata.
    Un abbraccio!

  • diana

    ciao! l'ho fatta ieri questa crostata è buonissima! grazie dei buoni suggerimenti.
    buona settimana.
    d

  • Camomilla

    @ diana: benvenuta! Sono contentissima che ti sia venuta bene e che ti sia piaciuta :)
    Buona settimana anche a te!

  • kilara

    Mamma mia dev'essere una bontà!

  • Camomilla

    @ Kilara: benvenuta!